"Tendenzialmente intrattengo rapporti superficiali e vado a zonzo con la mia faccetta rassicurante, così nessuno si accorge che invece sono pieno di menate e tanti altri problemi che non ho mai risolto e forse non risolverò mai."

biscuitmango:

image

I really like this gif because Stitch does that little squinty thing that animals do when they’re really happy and relaxed and you can tell that he’s having such a superb time playing that little ukulele

"E’ la tua voce che mi tranquillizza. E’ il tuo modo di parlare, il tuo modo di chiamarmi, quel nomignolo che mi riservi. E’ che sei tu. 
E quando si tratta di te, io non lo so che mi succede. Per quanto io cerchi di trattenermi, se si tratta di te, io sono felice.”
— Anna ombra brambilla (via noisismoinfinito)

Di domenica

E’ domenica ancora per poco, un altro splendido lunedì sta per volgere, in questo strano mese di ottobre. Perchè si, ottobre è  sempre un mese critico da 2-3 annetti a questa parte. Di solito il periodo che va da ottobre fino a febbraio sono mesi orribili, per diversi motivi. Di solito il degeneramene della mia psiche arriva dopo il Lucca comics. E come potrebbe essere altrimenti? i mesi che precedono il comics, quindi settembre-agosto, sono mesi di attesa, anche un po ottobre (anzi no, ottobre è il mese del conto alla rovescia, per l’appunto mancano 9 gg <3) Comunque tornando a noi, ottobre è un mese che in qualche modo si può considerare decente da questo punto di vista, ma non NOVEMBRE. No, lui no, ogni anno arriva come un macigno sulla mia piccola testolina devastata, e distrugge tutto quello che in 9 mesi ho costruito. I restanti mesi sono solo da supporto, tipo le macerie di quello che Novembre ha lasciato, solitamente dopo febbraio si ricomincia a ricostruire il tutto ma ci metto un po, deve sempre arrivare il caldo soffio della primavera di marzo per vedere qualche fiorellino nel mio giardino arido a causa dell’inverno della mia vita. TRAGICA, LO SO. Ma alla fine la vita è questa, una lotta continua per mantenere il tuo giardino sempre fiorito e senza erbacce, ma l’inverno è difficile da cacciare. Ma poi, tutto questo per dire che stavo piagniucolando come una cretina e che i Subsonica mi hanno fatto riprendere un po. Torniamo a noi, va.

I subsonica hanno un potere strano sulla mia mente. A prescindere dal mio stato d’animo, la loro musica e i loro testi mi fanno provare ogni volte emozioni nuove. Non c’è una canzone che io debba saltare quando ascolto la riproduzione casuale sul pc/cell. Anche stasera tra un singhiozzo e un altro, sono riusciti a far placare un po il mio mal’umore. Tra tutti, loro sono gli unici che hanno questo modo strano e coinvolgente di gettarti nei loro testi, per poi portarti via, nelle melodie elettro sinfoniche (non so neanche se esiste sto termine, però bho ci sta (?)) di ogni brano. E niente, la prima canzone che inizia a volteggiare nelle mie orecchie, è per l’appunto Di domenica, una del nuovo cd (che ancora non ho ascoltato, per paura che mi crollino anche loro,i nuovi album fanno paura.) La prima volta che l’avevo ascolta, appena uscita, la mia faccia assumeva espressioni che andavano da “ma cosa cazz è?” al “ma che melodia hanno messo?” anche il testo non è il massimo  della poetica, frasi che si ripetono per 3 minuti di canzone e solo qualche stacco tra un ritornello e l’altro. Insomma, hanno e possono fare meglio, ma tanto, troppo meglio assai (LICENZAPOETICALAMIA) Però, e si, un però ai Subsonica glielo concediamo sempre, infatti poco fa mentre l’ascoltavo, ad un tratto il testo ha assunto un significato tutto suo, si è mischiato nuovamente creando un senso logico abbastanza contorno (èdaloroquestacosa) ma non credevo anche per un brano così semplice come questo. E va bene così, ho smesso di piangere e sto scrivendo a raffica, in realtà vorrei solo parlare con qualcuno di questa splendida e non nuova scoperta…

E mentre scrivo "Ma come sempre non c’è nessuno.." squilla il telefono. Ed è Lei, la mia ancora ma anche la mia tempesta. Lei mi parla ed io riprendo a sorridere.  "Non vedo più nessun male che mi possa ferire. Almeno per stanotte non c’è nessun dolore."

"Questa ragazza è un pozzo
e a me piace caderci dentro”
L’officina della camomilla - Gommaragno (via sonofattocomeuncopertone)
©